Life

Permalink to Cambiamento è… La Meanight al Festival dell’innovazione Supernova

Cambiamento è… La Meanight al Festival dell’innovazione Supernova

Per la seconda volta la Meanight anima la serata centrale del Festival Supernova, la tre giorni dedicata alla creatività e all’innovazione, uscendo dallo spazio di OfficinaStrategia per proiettarsi nel cuore del centro storico di Brescia.

La Supernova Arena di C.so Zanardelli è stata il palcoscenico della settima Meanight di OfficinaStrategia, evento nato per esplorare i molti significati di una parola, di un concetto, di un’idea, osservandola da diversi punti di vista, per ricreare il processo con cui si genera innovazione.

10 speaker provenienti da campi diversi hanno avuto il compito di aprire la nostra mente a nuovi scenari, raccontandoci dal loro punto di vista il significato che danno alla parola CAMBIAMENTO.

schermata-2016-10-07-alle-12-37-23

Ad aprire la sequenza Claudio Chiari, giornalista e speaker radiofonico di Radio Number One. Spezza la tensione da “primo della lista” dedicando l’intervento al figlio dodicenne ed esorcizzando, nel cambiamento, la paura di sbagliare: “Oltre la banale perfezione, concediti di sbagliare” è il suo consiglio.

Jonathan Greci, digital marketing & brand manager dal Parma Calcio, interpreta il cambiamento come fluido, mutuando questo significato dalla sua esperienza professionale, spesso senza etichette o non confinata a ruoli specifici. Semplicemente un continuum di interessi che si intersecano.

Per Rinaldo Rinaldi, docente associato di ingegneria presso l’Università di Firenze e specializzato nell’utilizzo delle nuove tecnologie a supporto del settore del lusso, il cambiamento è ciò che oggi ha portato a coniare il concetto di Industry 4.0, ovvero la possibilità di approcciare il mercato con occhi nuovi.

Per Sara Baroni, Officiner numero 1 e ora anche AD di Plan.Net, importante agenzia di comunicazione digitale di Milano, il cambiamento non è né obbligato, né necessario: è una vera e propria scelta di vita. Questo il suo segreto perché sia sempre possibile vederlo positivamente, gestirlo e non farsi sopraffare da esso.

Matteo Marenghi, che nel 2011 trasforma il suo sogno in realtà e apre il Birrificio Curtense, ritiene che il percorso di avvicinamento al cambiamento passi necessariamente attraverso una valutazione delle scelte a disposizione.

È poi il turno di Daniele Treccani, CEO di una start-up impiegata nello sviluppo di Shecall, una soluzione per la sicurezza personale delle donne. Per spiegare il suo punto di vista sul cambiamento usa la metafora della bicicletta: nella prima pedalata, la più difficile, si cambia il proprio stato di moto. È in quell’istante, il momento più delicato, che il cambiamento prende forma.

Il sesto intervento spetta a Renato Simoni, architetto e fondatore dello studio D.Vision Architecture Srl. Si collega alla mission dell’architetto, guardare le cose da un punto di vista privilegiato, preferibilmente elevato, per rimettere ordine. Un ordine che si può ben intuire se si guarda dall’alto il deserto di Nazca.

La seconda donna di questa speciale edizione è Veronica Yoko Plebani, giovanissima atleta paralimpica appena tornata dalle Olimpiadi di Rio, che ci ricorda di vedere positivamente i cambiamenti, sempre come opportunità: a loro il merito di averci trasformato in quelli che siamo!

Francesco Brunelli, socio fondatore e presidente di Regesta, parte dalla sua storia professionale ricca di cambiamenti per ricordarci che il cambiamento deve farci paura se, per troppo tempo, non lo vediamo attorno a noi.

Francesco Uberto chiude in simpatia la serata, condividendo ciò che ama dei cambiamenti: gli alti e bassi che ti portano a vivere e che ti fanno sentire vivo. Non a caso la sua biografia lo dipingeva come “papà, l’imprenditore e triatleta appassionato degli alti e bassi della vita”.

mappa-m7n-web

Una mappa mentale si compone gradualmente mentre gli speaker parlano. Quest’ultima, magistralmente pensata e disegnata da Paolo Dusi, si popola di tutte le diverse interpretazioni che i nostri ospiti hanno dato al termine CAMBIAMENTO. Sul finire della serata fornisce a tutti gli ospiti un completo sguardo d’insieme.

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato sia come speaker che come ospiti della serata.
Ci vediamo alla prossima Meanight!

E per chi si fosse perso questa fantastica edizione… eccovi un video che la riassume in un minuto.


Seguici sui social network:

Friend me on FacebookAdd me to your circlesFollow my company on LinkedInFollow me on TwitterWatch me on YouTube

Newsletter

l'asterisco * indica un campo obbligatorio

Le nostre foto

  • Meanight IV edizione: fallimento è...
  • Meanight IV edizione: fallimento è...
  • Meanight IV edizione: fallimento è...
  • Meanight IV edizione: fallimento è...
  • Meanight IV edizione: fallimento è...
  • Meanight IV edizione: fallimento è...
  • Meanight IV edizione: fallimento è...
  • Meanight IV edizione: fallimento è...
  • Meanight IV edizione: fallimento è...